domenica 24 novembre 2013

Gelatina di cachi e mousse al marron glacé

Il mio desiderio di oggi, è quello di volervi far conoscere un nuovo blog appena nato, un sogno che si avvera di un caro amico laureato in scienze gastronomiche all'Università di Parma e, scusate se è poco, chef. L'albero della Gastronomia, un caffè moderno letterario, dove le persone si confrontano, comparando saperi, opinioni e punti di vista diversi. Un grande albero le cui radici affondano nel rapporto millenario tra l'uomo ed il cibo, tra l'essere umano e ciò che mangia. Conto su di voi, quindi, sulla vostra curiosità, su chi vuole approfondire le origini di alcune materie prime usate comunemente in cucina, spaziando da cenni storici, letterari, eventi, arte e, non da ultimo, fatti di cronaca. "Colti in castagna" il post di oggi, storie e origini di un frutto simbolo dell'autunno e dei primi freddi, che regala quel profumo inconfondibile di brace e di caldarroste per le nostre vie e le nostre piazze in questo periodo dell'anno. Le castagne lavorate con cura e maestria in pasticceria, sciroppate e ricoperte di glassa di zucchero, che diventano marron glacé, dolci deliziosi e sopraffini, utilizzati quest'oggi nella preparazione del mio "dessert della domenica".

"Son piccina e rotondetta, son dolcina e son moretta, son di razza montagnina, dell'inverno son regina; son dei bimbi la cuccagna, e mi chiamo la castagna".








Ingredienti per 6 persone:


Per la gelatina di cachi:
  • 300 gr di cachi vaniglia
  • 60 gr di sciroppo di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia  



Per il biscotto al cacao e mandorle:
  • 100 gr di burro
  • 60 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di mandorle
  • 100 gr di zucchero a velo
  • 40 gr di cacao amaro



Per la mousse di marron glacé:

  • 200 gr di panna fresca
  • 100 gr di sciroppo di zucchero
  • 100 gr di marron glacé
  • 2 fogli di colla di pesce



Per lo sciroppo di zucchero:

  • 200 gr di acqua
  • 200 gr di zucchero semolato






















Per i biscotti: in un mixer o nella planetaria, unite farina 00, farina di mandorle, cacao amaro, zucchero a velo e burro tagliato a pezzetti. Lavorate per qualche minuto fino a quando il composto non si sarà ben amalgamato. Estraetelo e, con le mani, formate un salame, tagliatelo a fette dello spessore di 1 cm, disponetele su una teglia rivestita di carta da forno (foto 1) e riponetele in frigorifero per almeno 1 ora. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti circa. Lasciate raffreddare. Per lo sciroppo di zucchero: versate in una casseruola l'acqua e lo zucchero. Portate ad ebollizione e lasciate sobbollire per 5-6 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare. Per la gelatina di cachi: lavate bene i cachi, pelateli, tagliateli a pezzi, metteteli in un mixer con lo sciroppo di zucchero e la polpa di mezza bacca di vaniglia (foto 2). Frullate il tutto, passatelo al setaccio, e disponete la gelatina ottenuta nelle coppette. Riponetele in frigorifero. Per la mousse di marron glacé: mettete in ammollo la colla di pesce in acqua fredda. Riscaldate in un pentolino una parte della panna, quando ha raggiunto il bollore, unite la colla di pesce ben strizzata, amalgamate il tutto, versate in un mixer. Unite il resto della panna, i marron glacé e lo sciroppo di zucchero, frullate fino ad ottenere una crema lucida e cremosa (foto 3). Se avete il sifone, dopo aver passato al setaccio la mousse, versatela direttamente e lasciate riposare in frigorifero per 4-5 ore, altrimenti in un contenitore, coprendo la superficie con della pellicola. Togliete dal frigorifero la gelatina di cachi, sbriciolate all'interno il biscotto al cacao e mandorle fino a coprire la superficie. Sifonate la spuma di marron glacé o versatela con l'aiuto di un cucchiaio. Guarnite con un pezzetto di marron glacé oppure con del cacao amaro.


foto 3
foto 1
foto 2

23 commenti:

  1. E' un dolce veramente raffinato! complimenti! ti ringrazio per il nuovo blog presentato che vado a vedere con piacere! buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa, sempre carinissima!
      Buona serata...
      Claudia

      Elimina
    2. Grazie veramente tanto Claudia !

      Elimina
  2. Claudia è veramente bella questa ricetta: presentazione ed ingredienti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Flavia...un abbraccio!
      Claudia

      Elimina
  3. Ciao cara sai che abbiamo postato una ricetta simile, questa gelatina sembra deliziosa. Ciao s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho vista! Una bavarese vero? Siamo telepatiche...
      Ciao, un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  4. Sono a bocca aperta davanti a questa tua ennesima favolosa ricetta... ho dei cachi da utilizzare ma non sono cachi vaniglia, secondo te vanno bene lo stesso? Bravissima cara Claudia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vanno bene lo stesso. Nella gelatina c'è comunque la polpa di mezza bacca di vaniglia che aromatizza. Buona serata
      Claudia

      Elimina
  5. una ricetta autunnale per eccellenza.. buona buona!!
    Buon lunedì cara Claudia
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, buon inizio settimana.
      A presto
      Claudia

      Elimina
  6. Una coppetta davvero chic!
    Buona settimana cara!
    Ciao Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leo, seguo sempre le tue trasferte...ciaoooo
      Claudia

      Elimina
  7. E' una buona idea per usare i cachi che spesso mi regalano(anche se in realtà io li adoro pure cos' ..al naturale).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gelatina di cachi è favolosa. Provala Monica....
      Buona serata
      Claudia

      Elimina
  8. un binomio perfetto da provare quanto prima! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio Silvia, grazie!
      Ciaoo
      Claudia

      Elimina
  9. Chiara mia concittadina ti ha scoperto ma io ti seguivo già ora ti ho cliccato anche su face e ti ho trovata nel contest di Vaty. Sto scarellando le ricette mi ero annotata un paio ma un black out mi ha fatto perdere tante cose. Passo sui cachi non li digerisco. Un abbraccio e buona serata,
    PS. Su Face sono come Gisella Edvige Bonazzi essendo un account vecchio è stato nipote con fantasia ad iscriverm,i io ho aggiunto Edvige per far capire che sono sempre io. Ciaoooo

    RispondiElimina
  10. Grazie Edvige! Buona serata e a presto!
    Claudia

    RispondiElimina
  11. Ciao Claudia, anzitutto mille grazie per essere passata da me!! E grazie anche per avermi "invitata" qui, hai un blog veramente bellissimo, pieno di ricette gustose, invitanti e tutte un pò "particolari"... ti faccio davvero i miei complimenti e sono felice di aggiungermi ai tuoi lettori! A rileggerci prestissimo, buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Silvia per aver ricambiato la visita. Mi ha fatto molto piacere..a prestissimo!
      Claudia

      Elimina
  12. Ciao Claudia, sono Donatella e mi sorge un dubbio sulla tua coppetta....... che vorrei fare a breve.....ma il biscotto non si cuoce.......e' tipo un salame al cioccolato che si sbriciola all'interno? perche' allora farlo a fette ...bho non capisco grazie......

    RispondiElimina
  13. Hai ragione Donatella, avevo omesso un piccolo particolare. I biscotti vanno cotti in forno a 180° per 20 minuti circa, lasciati raffreddare e di conseguenza sbriciolati.
    Grazie di cuore...a presto!
    Claudia

    RispondiElimina