lunedì 10 marzo 2014

Tagliolini ai carciofi, spuma di carbonara e Fatulì

Invitare a pranzo a casa tua uno chef è senz'ombra di dubbio un'esperienza unica e indimenticabile. E' successo ieri a me di cucinare con lui fianco a fianco, con grembiuli lunghi quasi fino ai pieni, dividendoci la ricetta e le preparazioni di base esattamente a metà, ascoltando i suoi consigli e ammirando la sua maestria e velocità nel tagliare i carciofi senza neanche guardare. Abbiamo riso e ci siamo  raccontati, abbiamo assaggiato del buon vino ascoltando musica jazz, apparecchiato di tutto punto la tavola per poi sederci comodamente a degustare quanto cucinato. La ricetta è la sua, di Aldo, leggermente modificata, adattandola ai miei gusti personali ed al mio "imbarazzo" per i salumi e la carne in genere. Il gusto particolare ed unico del bacon è stato sostituito dal sale affumicato e da quel sapore inequivocabile e speciale del Fatulì della Val Saviore, presidio Slow Food. E' un caprino molto particolare e raro, realizzato ancora da alcuni casari con il latte crudo proveniente da una razza originaria di capre bionde dell'Adamello, con note chiaramente affumicate e dal gusto spiccante di erba e frutta secca. Tagliolini all'uovo con spuma alla carbonara sifonata, carciofi croccanti spadellati e Fatulì affettato a scaglie sottilissime, il primo piatto elegante, particolare e buonissimo di questa giornata indimenticabile.






                                 


Ingredienti per 4 persone:


  • 250 gr di tagliolini freschi all'uovo
  • 6 carciofi
  • 250 gr di panna da cucina
  • 200 gr di Fatulì
  • 50 gr di grana grattugiato
  • 40 gr di tuorlo
  • 1 limone
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio evo
  • sale affumicato

  • sifone
  • capsule per sifone







































Per la spuma: fate bollire la panna con poco sale affumicato. Lasciate raffreddare leggermente, unite il grana grattugiato ed i tuorli, mescolando energicamente. Rimettete sul fuoco e, sempre mescolando, portate a 75°, regolate ancora di sale e pepe, lasciate intiepidire, passate al setaccio e versate nel sifone. Posizionate la capsula, sbattete e tenete da parte. Pulite i carciofi, mano a mano che li tagliate sottilmente, buttateli in una ciotola piena di acqua e succo di limone (foto 1). Mettete l'acqua sul gas per i tagliolini ed il sifone a bagnomaria per mantenere la spuma tiepida. In una padella rosolate lo spicchio d'aglio in olio evo, unite i carciofi scolati, fate saltare per quale istante unendo un paio di cucchiai di acqua della pasta (foto 2). Lessate i tagliolini per pochi minuti, versateli nella padella con i carciofi e fate insaporite. In un piatto fondo mettete la spuma alla carbonara, i tagliolini a nido, i carciofi croccanti ed una abbondante grattugiata di Fatulì. Servite immediatamente.


foto 1
foto 2
Con questa ricetta partecipo al contest di Cucina Scacciapensieri "Il mio piatto forte"


36 commenti:

  1. Deve essere molto buona con la crema di carciofi. A me piacciono tanto i carciofi. Buona giornata !!! Claudia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andreea non è una crema di carciofi ma una spuma alla carbonara, i carciofi sono spadellati. Ciao, grazie per la tua visita...un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  2. Che meraviglia Claudia, non penso di essere in grado di riprodurre questo piatto, è qualcosa di spettacolare!!! Caterina www.vitadamamme.blogspot.com e www.imieioutfit.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caterina, non è complicatissimo, basta seguire la ricetta passo passo ed avere il sifone.
      Grazie per la tua visita e buona serata
      Claudia

      Elimina
  3. claudia sono le 8,00 del mattino e adesso ho voglia di carciofi :D complimenti...un piatto molto interessante per me amante della carbonara e dei carciofi!!!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno Claudia, con una ricetta così la settimana non può che incominciare benissimo quasi da granduchessa. Non potrò mai essere in grado di fare la stessa ricetta, ma una sera spero che tornerai a casa mia per ri-proporla.
    Sono felice per la tua meravigliosa esperienza e, penso di capire come ti sei sentita, un po' come me quando sono stata a prendere un thè insieme al ministro del turismo egiziano, ai tempi d'oro del nostro Egitto. Per me era sublime parlare di viaggi, di turismo e di Egitto e per te cucinare con un'eccellenza a casa tua, nella tua cucina. Vedi a modo nostro abbiamo avuto esperienze indimenticabili....... sei una bellissima persona e non mi stancherò mai di ripeterlo.
    Emilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Emilia, abbiamo tantissime cose in comune, prima tra tutte la smisurata passione che alimenta quello che amiamo fare, giorno dopo giorno, con la determinazione e la costanza che ci caratterizza.
      Ri-proporrò questa ricetta a casa tua un giorno, vedrai, te lo prometto.
      Un abbraccio grande
      Claudia

      Elimina
  5. Cielo che esperienza!!!!!! Non ti sono tremate le gambe per tutto il tempo della preparazione? ^_^
    Poi questo piatto.... è davvero pazzesco! Bravissima Claudia, sono estasiata alla sola visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica, non mi sono tremate le gambe perché lo chef è un mio caro amico, ma effettivamente è la prima volta che cucina da me. Il piatto è veramente pazzesco, lo devi provare!
      Buona serata...
      Claudia

      Elimina
  6. Ciao Claudia, grazie di cuore per la tua visita e per la tua adesione ai miei lettori fissi...ricambio con molto piacere!! Questa ricetta è davvero bella e direi proprio che ci hai fatto fare esperienza di alta cucina!! Un abbraccio e a prestissimo, Mary di Unamericanatragliorsi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, sono felicissima di trovarti qui tra i miei fedeli lettori!
      Un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  7. Risposte
    1. Troppo buona, nient'altro da dire!
      Grazie ancora di tutto...sei bravissimo e molto paziente!
      Un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  8. che bellissimo aspetto invitante che hanno!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao Claudia!!!
    ma che splendida ricetta!!!!! :)))
    complimenti per il tuo blog, al quale mi sono unita così non mi perdo neanche una ricetta!!!!
    ciao ciao

    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, troppo carina
      A presto
      Claudia

      Elimina
  10. Una ricettina niente male direi!!! Proverò anche se non il sifone.

    RispondiElimina
  11. Sublimi, non ci sono altre parole!

    RispondiElimina
  12. Favolosa prima o dopo il sifone lo devo acquistare è che non lo adoperei tanto però se mi serve... buona giornata mia cara ciaoo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sifone si può utilizzare per tantissime preparazioni sia dolci che salate, o semplicemente per una panna montata "da urlo" per la cioccolata calda.
      Grazie Edvige per la tua visita..buona serata
      Claudia

      Elimina
  13. Eccomi Claudia, scusa il ritardo, purtroppo ne io ne mio figlio siamo stati bene in questi giorni e sono rimasta indietro con le ricette del contest.... Detto questo, lasciamo dire che sei stata veramente bravissima, anzi siete stati....la pasta e' favolosa e l'aggiunta del Fatuli, la rende unica! Grazie mille anche per usato un prodotto slow food, sicuramente i giudici apprezzeranno!!!! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e te Maddalena e...incrociamo le dita!
      Buona serata
      Claudia

      Elimina
  14. Nonostante io non ami molto i carciofi trovo che questa ricetta sia di una delicatezza e di un'eleganza assoluta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Martina!
      Un abbraccio
      Claudia

      Elimina