giovedì 16 ottobre 2014

Frittelle di baccalà su vellutata di fagioli D.O.C. di Terraseo (CI)

Amo da sempre sperimentare, conoscere, assaggiare e proporre nella mia cucina, materie prime di altissima qualità che, a volte, non si trovano comunemente sui banchi del mercato. Prodotti di nicchia, arrivati via aerea in preziosi pacchi, che vengono regalati da aziende agricole o che vengono portati da amiche che conoscono la mia passione e sono certe che verranno trasformati in qualcosa di speciale. Un grazie particolare a Bianca, sarda d.o.c., che mi ha permesso di conoscere questi minuscoli fagioli bianchi, riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestati, "prodotto nazionale". Fagioli di origine americana, bianchi candidi, dal sapore delicato e persistente, trapiantati negli orti fertili e ricchi d'acqua di Terraseo, frazione di Narcao, nel Sulcis Iglesiente. Vengono utilizzati nella cucina sarda popolare soprattutto insieme alle paste fresche, come fregula, malloreddus e spizzu, oppure in brodo , insaporiti dall'immancabile pomodoro secco e dal finocchietto selvatico, o trasformati in una vellutata profumata, accompagnata da frittelle fumanti di baccalà e bottarga.

"E' un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita". W. Shakespeare










Ingredienti per 4 persone:

Per la vellutata:

  • 200 gr di fagioli bianchi di Terraseo
  • 1/2 lt. di brodo vegetale
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio evo
  • sale, pepe

Per le frittelle di baccalà:


  • 200 gr di baccalà dissalato e privato della pelle e delle lische
  • 1 patata media
  • 2 uova intere
  • 20 gr di pangrattato
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di bottarga macinata
  • olio per frittura
  • farina 00
  • pangrattato
  • sale, pepe

Per la decorazione:             























Per la vellutata: lasciate in ammollo in acqua i fagioli per tutta la notte. Lessateli in abbondante acqua per 1 ora circa. Scolateli e teneteli da parte. In una pentola capiente, soffriggette lo spicchio d'aglio ed il rametto di rosmarino, eliminateli entrambi ed unite i fagioli lessati. Rosolate velocemente, unite poi il brodo vegetale. Portare a bollore e proseguite la cottura per 10 minuti, mescolando ogni tanto. Con un frullatore ad immersione, frullate il tutto, ed eventualmente, unite altro brodo. Per le frittelle: lessate la patata in acqua salata. Scolatela, pelatela e schiacciatela con una forchetta. In una padella, soffriggete lo spicchio d'aglio in un filo d'olio, unite poi i filetti di baccalà (foto 1) e continuate la cottura per 5 minuti, girandoli ogni tanto. Riunite in una ciotola, la patata, il baccalà leggermente sminuzzato, il pangrattato, la bottarga, 1 uovo, sale e pepe (foto 2), amalgamando bene il tutto. Riponete in frigorifero per mezz'oretta in modo che il composto di compatti. Formate delle piccole palline che passerete nella farina bianca, nell'uovo sbattuto ed infine nel pangrattato (foto 3). Friggetele in abbondante olio per frittura e servitele sulla vellutata di fagioli bianchi, guarnendo con erba cipollina sminuzzata e pesto fresco.

Con questa ricetta partecipo al contest: "Ricette d'Autunno".




foto 1
foto 3
foto 2

18 commenti:

  1. Questo è davvero un piatto speciale! I miei complimenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Leena...buona serata!
      Claudia

      Elimina
  2. da brava napoletana adoro il baccalà...figuriamoci poi le polpette di baccalà :p
    perfette con la vellutata di fagioli!
    bacioni
    giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgia, sono davvero irresistibili!
      Un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  3. Sono a dir poco deliziose queste frittelle di baccalà e poi insolito ed intrigante la vellutata di fagioli in abbinamento! Complimenti, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Virginia!
      Buona serata...a presto!
      Claudia

      Elimina
  4. Piatto riuscitissimo, che abbinamenti meravigliosi! quei fagioli poi, sono bellissimi, immagino il gusto
    brava, ciao, buona serata
    Cecilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fagiolini hanno un gusto unico e particolare!
      Grazie per la tua visita Cecilia.
      Buona serata
      Claudia

      Elimina
  5. Un piatto che è una poesia proprio grazie alla scelta accurata delle materie prime..sensazionale Claudia, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre carinissima Consuelo...grazie!
      Un abbraccio grande!
      Claudia

      Elimina
  6. Caspita che piatto sorprendente e delizioso!
    Grazie per le informazioni, pensa che ho vissuto in Sardegna diversi anni ma di questi fantastici fagioli non ne ero a conoscenza... Mi piace l'idea della bottarga nelle frittelle di baccalà.
    Baci!

    RispondiElimina
  7. Un piatto meraviglioso, un binomio vincente direi... Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Michela.
      Un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  8. questo baccalà, mi ispira proprio. Prima o poi devo colmare questa lacuna!
    amelie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste frittelle sono squisite e tutte da provare!
      Ciao Amelie...a presto!
      Claudia

      Elimina
  9. MI VIENE UNA VOGLIA DI PROVARLE, SCAPPO A COMPRARE GLI INGREDIENTI!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci conto Sabry. Fammi poi sapere come ti vengono!
      Buona serata...
      Claudia

      Elimina