martedì 24 giugno 2014

Tutti pazzi per gli Eclairs...

Basta poco, nulla di materiale, complicato o impossibile, per dare una svolta alla tua vita. Basta poco per ricominciare a vivere, ad amare, ad assaporare le piccole cose, a svegliarti con il sorriso già stampato sul viso ancora prima di aprire gli occhi. Basta una canzone, una timida occhiata, un leggero sfiorarsi di dita che per sbaglio, o per fortuna, hanno deciso di unirsi, intrecciarsi per non lasciarsi mai più. Basta quella telefonata che arriva inaspettata dall'altra parte del mondo a farti capire che per qualcuno sei veramente importante e quel qualcuno non vedeva l'ora di sentire la tua voce proprio in quel momento, come aria fresca e pulita, come ossigeno che riempie i polmoni.
Basta osservare una tazza blu di tè, arrivata da molto lontano ed appoggiata disordinatamente sul tavolo, a darti l'idea per il dessert tanto speciale da preparare oggi. Così all'improvviso, senza pensarci un secondo, senza pronostici o false speranze a volte tutto succede...


"Eclairs, che in francese significa lampo, in senso figurato, si dice in pasticceria di una specie di dolce alla crema, così chiamato perché si mangia in un attimo" da il Dictionnaire de l'Académie francaise.







Ingredienti per la pasta Choux:

  • 110 gr di acqua
  • 110 gr di burro
  • 105 gr di farina 00
  • 180 di uova intere
  • 1 pizzichino di sale


Ingredienti per la crema al cioccolato:

  • 450 gr di latte intero
  • 50 gr di panna
  • 120 gr di tuorli
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 20 gr di amido di mais
  • 25 gr di cacao amaro
  • 75 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di burro

Ingredienti per la glassa:

  • 80 gr di zucchero a velo
  • latte intero
  • colorante in polvere


Per la decorazione:

  • confettini colorati
  • granella di nocciole
  • granella di pistacchi





















In un pentolino versate l'acqua, il burro ed un pizzichino di sale. Portate ad ebollizione. Unite la farina e, con l'aiuto di una frusta, amalgamate continuando a cuocere, fino a quando l'impasto si sarà staccato dal bordo. Togliete da fuoco, aggiungete a questo punto le uova, sempre mescolando, in modo da ottenere un impasto liscio ed omogeneo (foto 1). Versate l'impasto in un sac à poche con la bocchetta liscia e formate dei cilindri lunghi 8/9 cm su una teglia rivestita di carta da forno (foto 2). Cuocete gli éclairs in forno preriscaldato a 200° per 12 minuti con la valvola chiusa (foto 3), aprite la valvola e cuoceteli per altri 2-3 minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare. Per la crema al cioccolato, versate in un pentolino latte e panna e portate ad ebollizione. In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare bianchi e spumosi, unite l'amido ed il cacao amaro, e a filo, sempre mescolando con la frusta, il latte e la panna. Trasferite il composto nel pentolino, mescolando, fino ad ottenere la giusta consistenza. Togliete dal fuoco, aggiungete il burro a pomata ed il cioccolato grattugiato. Mescolate energicamente. Farcite gli éclairs con la crema utilizzando un sac à poche e glassateli con la glassa ottenuta mescolando lo zucchero a velo con un sorso di latte. Decorate a vostro piacimento.

foto 1
foto 3
foto 2

lunedì 16 giugno 2014

Zuppetta all'acqua pazza in carta fata

Estate, tempo di vacanze, di sole, di valigie, di tuffi, di sabbia tra le dita. E' tempo di gelati, di corse in riva al mare, di dolci risvegli, e di quell'immancabile profumo di gelsomini e di crema abbronzante. E' il periodo dell'anno i cui si cerca di ritemprare il corpo e lo spirito, di staccare, per quanto possibile la spina, di cercare aria nuova e fresca che riempia i polmoni ormai liberi dai maglioni dell'inverno. Anche la spesa e la cucina  cambiano radicalmente, i carrelli si animano di colori accesi ed invitanti, di prodotti freschi, salutari e velocissimi da preparare, di piatti leggeri e senza condimenti. La zuppetta di quest'oggi ne è la riprova. Salmone, pesce spada, vongole veraci, mazzancolle, pomodorini e basilico freschi, avvolti nella carta fata, per dar vita ad un piatto dai sapori irresistibili di mare e di estate.

"Non c'è che una stagione: l'estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L'autunno la ricorda, l'inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla". E. Flaviano










Ingredienti per 4 persone:


Per l'acqua delle vongole veraci:
  • 500 gr di vongole veraci
  • 1 spicchio d'aglio
  • 5 gambi di prezzemolo
  • 2 dl di acqua
  • olio evo
  • sale grosso

Per il pesce:

  • 2 tranci di branzino
  • 2 tranci di pesce spada
  • 20 mazzanzolle
  • 16 pomodorini datterini
  • 8 foglie di basilico
  • olio evo del Garda
  • sale, pepe



Fate spurgare le vongole in abbondante acqua salata per qualche ora, cambiandola ogni tanto. Picchiettatele su un piano da lavoro dalla parte dell'apertura una ad una, nel caso uscisse sabbia, eliminatela. Sciacquatele nuovamente ed abbondantemente. In una pentola capiente unta con un filo d'olio e con 1 spicchio d'aglio e con i gambi di prezzemolo, fate aprire la vongole. Tenete alcune da parte con il guscio e sgusciate le altre. Filtrate il liquido rimanente e tenete da parte. Tagliate il pesce in bocconcini, sgusciate le mazzancolle eliminando il tubo intestinale, quindi condite con poco sale e pepe (foto 1). Rivestite una ciotola con un foglio di carta fata, unite poca acqua di cottura delle vongole, aggiungete i bocconcini di pesce, le mazzancolle, i pomodorini datterini tagliati a spicchi, un paio di foglie di basilico ed infine un filo di olio evo (foto 2) Chiudete il sacchettino con spago da cucina. Appoggiatelo su una padella antiaderente Stoneline e cuocere per 10-12 minuti (foto 3). Servite immediatamente il sacchettino chiuso, aprendolo successivamente davanti al vostro ospite.

In collaborazione con Stoneline e QVC.

foto 3


foto 1

foto 2

martedì 10 giugno 2014

Barchette di melone, mazzancolle e avocado

Eccomi di ritorno, dopo quasi un mese di latitanza. Un mese ricco di impegni, piccoli malanni di stagione, ma anche della meritata vacanza rigenerante. Ritorno con l'estate e le sue temperature che hanno ormai preso il sopravvento e che mi costringono, mio malgrado, a sigillare il mio amato forno, fino a quando il clima tropicale avrà abbandonato la mia cucina. Ritorno, riposata, rigenerata, carica più che mai, con mente, corpo e cuore che finalmente vanno di pari passo. E quindi, cosa prepariamo per cena stasera? Non ho dovuto pensarci troppo, il melone è senza dubbio il frutto estivo per eccellenza ed è facilmente adattabile a tante  preparazioni sia dolci che salate. Prosciutto e melone è sinonimo di vacanza, di  pranzo al mare, di cena veloce ma allo stesso tempo gustosa e fresca, la soluzione ottimale quando le temperature sono  troppo alte e la voglia di cucinare viene meno. Il piatto che propongo quest'oggi, sostituendo il prosciutto con mazzancolle appena scottate, avocado, basilico fresco ed erba cipollina è senza dubbio più "chiccoso", invitante ed esteticamente perfetto, proprio come piace a me!


"Il giudizio estetico risiede nella mente dell'occhio". A. Morandotti






Ingredienti per 4 persone:

1 melone maturo
1 avocado maturo
300 gr di mazzancolle
1 limone   
4/5 foglie di basilico 
2 dl di vino bianco secco
erba cipollina
olio evo
sale, pepi misti


Per prima cosa versate in una pentola il vino, unite 2 dl di acqua e portate ad ebollizione. Salate, aggiungete le mazzancolle e cuocetele per 1-2 minuti, scolatele, sgusciatele,  privatele del filetto nero e lasciatele raffreddare.  Dopo averle lavate per bene conditele con l'olio, qualche foglia di basilico spezzettata e l'erba cipollina tagliuzzata con le forbici (foto 1). Dividete il melone in 4 spicchi, privatelo della buccia e dei semi interni. Prelevate dalla parte centrale degli spicchi tante palline, aiutandovi con uno scavino rotondo, mettetele nella ciotola con le mazzancolle (foto 2), salate e mescolate. Sbucciate l'avocado e, con uno scavino più grande del precedente, ricavate tante palline di polpa che bagnerete con il succo del limone. Sgocciolatele ed aggiungetele alla ciotola con gli altri ingredienti (foto 3) salate, pepate e suddividetele sulle barchette di melone. Aggiungete un filo di erba cipollina come decorazione.


foto 1

foto 3

foto 2