venerdì 8 gennaio 2016

Cappuccio di topinambur con spuma di porri e tartare gamberi rossi

Non ho ricevuto regali costosi quest'anno a Natale. Non ho bracciali luccicanti da esibire o profumi inebrianti da "indossare", ma credo che questo Natale mi abbia portato il regalo più importante. Quel "ti voglio bene, sei un'amica meravigliosa ed una persona speciale" scritto a caratteri cubitali da un caro amico mi ha riempito il cuore. Alla fine si ha bisogno di questo. Una semplice frase. Nulla di materiale. Si ha bisogno di sapere che su qualcuno puoi realmente contare. Che quel qualcuno è pronto a scavalcare le montagne per soccorrerti, per donarti conforto nei giorni difficili. Che ha sempre la parola giusta, nel momento perfetto, che vorresti sentirti dire. Che parte da casa, ancora arruffato ed assonnato, di prima mattina, per bere assieme a te quel caffè che riscalda il cuore e ti fa iniziare la giornata con il sorriso. Che ti fa ridere fino alle lacrime con i suoi modi aristocratici ed allo stesso tempo goffi e genuini. Che apprezza quello che fai e ti  incoraggia ogni giorno a realizzare i tuoi sogni.  Grazie Alberto...semplicemente grazie!!!

"I veri amici sono quelli che ti aiutano a rialzarti, quando le altre persone neanche sapevano che eri caduto".










Ingredienti per 4 persone


Per la vellutata di topinambur:


  • 500 gr di topinambur
  • 1/2 cipolla 
  • 25 gr di burro
  • 400 ml di brodo vegetale
  • sale, pepe bianco

Per la spuma di porro:

  • 2 porri
  • 1/2 cipolla
  • 200 ml di panna fresca
  • 200 ml di brodo vegetale
  • olio evo
  • sale, pepe

Per la tartare di gamberi rossi:

  • 4 gamberi rossi
  • olio evo
  • sale

Per la decorazione:

  • germogli di porro

































































Per la vellutata di topinambur: fate fondere la cipolla tagliata sottilmente nel burro. Unite il topinambur tagliato a dadini e rosolate per qualche minuto (foto 1). Aggiungete il brodo vegetale, abbassate la fiamma, e proseguite la cottura per almeno 40 minuti. Con frullatore ad immersione, create un emulsione liscia e vellutata. Regolate di sale e pepe. Per la spuma di porro: avvolgete la parte bianca centrale dei porri in un foglio di alluminio, unendo un filo d'olio evo ed 1 pizzico di sale. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. Estraete dal forno il porro (foto 2) e riducetelo a tocchetti. In una padella unta d'olio evo, stufate la cipolla tagliata sottilmente. Unite i porri al forno e proseguite la cottura per qualche minuto. Aggiungete a questo punto il brodo vegetale e la panna. Lasciate ridurre. Travasate in composto in una ciotola che metterete a raffreddare in acqua e ghiaccio. Passate al setaccio schiacciando, travasate la crema ottenuta in un sifone. Caricate con 2 bombolette. Riponete in frigorifero per almeno 3 ore. Per la tartare di gamberi rossi: riducete a tartare con un coltello i gamberi puliti (foto 3). Condite con un filo d'olio evo ed 1 pizzichino di sale. Componete il piatto versando la vellutata tiepida sul fondo di una coppetta o di un piatto. Sifonate al centro la spuma di porro. Adagiate una quenelle di gamberi rossi e decorate il piatto con germogli di porro.



foto 1
foto 3
foto 2